Bambini Omeo Bon BonOmeobonbon (in lingua malgascia significa: mi dai una caramella? che è la domanda più frequente dei bimbi che si incontrano in strada) è una ONLUS che opera dal 2005 in Madagascar a sostegno dei bambini di strada nella provincia di Fianarantsoa.

Chi siamo e come operiamo

I soci fondatori sono Toni Vasco ed Emanuele Gessi, che condividendo, oltre al percorso interiore anche una comune visione della vita, hanno iniziato questa avventura per cercare di fare qualcosa di concreto per la vita di quanti più possibile di questi bambini di strada.

Inizialmente era pura elemosina e carità con distribuzione di pane ogni mattina in una piazza di Antananarivo, la distribuzione di medicinali nelle zone rurali di Ankaditsiari ecc. ma ben presto abbiamo capito, anche con dolore, travaglio interiore e senso di impotenza, che non potevamo aiutare un pò tutti ma dovevamo aiutare ”meglio” quanti possibile in base alle risorse disponibili.

Ecco che nel 2007 nasce dunque a Fianarantsoa la nostra ”casa famiglia IRIKO NY MIJERY LANITRA” che significa: desidero guardare il cielo… nome non banale credetemi in un contesto di sguardi bassi e di inconsapevolezza del fatto di avere il diritto di alzare gli occhi, di vedere la luce, di vivere… casa che ospita 20 bambini, tra i 3 ed i 14 anni, accolti col criterio dell’affido temporaneo in accordo coi servizi sociali locali, a cui garantiamo educazione scolastica e assistenza medica oltre naturalmente al vitto ed alloggio.

Le iniziative collaterali di aiuto alle genti della zona dove operiamo si allargano anche al fornire medicinali, che riceviamo in dono dall’Italia, a quanti si rivolgono a noi bisognosi di cure… un pasto caldo a chiunque si rivolga a noi e un sacchetto di riso da portare alla famiglia non si rifiuta mai… una piccola biblioteca con cinema sono stati allestiti nella sede del consiglio di quartiere locale ecc… tutto per cercare di mettere in pratica quello che è il nostro credo di base e cioè aiutare queste genti a crescere e poter avere una vita dignitosa nella loro terra.

Il nostro Progetto

Ora stiamo crescendo e non stiamo più nei vecchi panni…abbiamo il progetto ambizioso di costruire la ”nostra” casa famiglia (ora siamo in affitto) che ci permetta almeno di triplicare la nostra capacità di accoglienza e per questo, grazie sopratutto al sostegno di donazioni nell’ambito dei soci Atman che hanno da subito ”adottato” il nostro operare, abbiamo già comprato il terreno di ca. 15000 m2 – FASE 1 – su cui sorgerà la nuova struttura – FASE 2 – che comprenderà anche una scuola, un laboratorio per insegnare attività manuali, un asilo per i bambini esterni, una infermeria, ecc. Dopo la realizzazione della casa famiglia, inizieranno i lavori per la realizzazione dei servizi accessori – FASE 3 – come un’infermeria di primo soccorso, aperta anche a tutte le persone bisognose esterne al centro, una scuola con una decina di aule, una sala polivalente e una cappelletta

In attesa però di trovare i fondi importanti necessari a tutto ciò (circa 500.000 euro) abbiamo già iniziato una attività di scolarizzazione per bambini che vivono ancora in strada e oggi sono quasi 150 questi bimbi a cui vengono garantiti l’accesso scolastico con materiale didattico e divise (obbligatorie), assistenza sanitaria (anche per gli eventuali genitori) e tre pasti caldi al giorno… pensate che basta un euro al giorno per bambino per poter dare loro tutto questo.