La zona di Vohiposa (pronuncia: vuipuscia) è a oltre un’ora di macchina fuori Fianarantsoa, sulla RN7 verso la capitale, Antananarivo. È una zona bellissima, rigogliosa di eucalipti e di palissandri nella dolce collina che la caratterizza e poi, ovunque sia possibile, si può ammirare il digradare delle risaie a terrazza.

Ad animare questa zona ci sono almeno una dozzina di piccoli villaggi abitati dai contadini e dalle loro famiglie quindi, come sempre ed ovunque, frotte di bambini si spostano al mattino presto per andare a scuola e poi nel pomeriggio, per tornare alle loro case, camminando ogni giorno per tanti chilometri.

Difficilmente questi bambini hanno la possibilità di portarsi da casa qualcosa da mangiare durante il giorno…di questo si parlava un giorno con uno dei responsabili amministrativi di questo comune rurale. Ed ecco che scocca la scintilla e si incontrano le ideee. Perché non creare un posto, più o meno al centro di questa zona, dove installare una cucina, alcune tettoie con panche e tavoli e un lavabo con acqua fresca per lavarsi via un po’ di polvere per accogliere con un buon pasto caldo tutti questi bambini che qui si incrociano diretti ognuno al proprio villaggio??

Abbiamo cosi coinvolto il suddetto responsabile amministrativo, che ha convocato una riunione coi capi villaggio, per parlare loro di questo progetto. Ognuno di loro ha chiesto chi, tra le mamme dei bambini che avrebbero beneficiato di questa ”mensa scolastica”, si rendeva disponibile a turno per cucinare i pasti e l’adesione è stata unanime e poi ben organizzata.

Con legno e frasche, qui sempre abbondanti, si sono costruite tettoie, panche e tavoli più un piccolo magazzino ed ecco pronta a partire la ”cantine rurale”, francese per dire ”mensa di campagna”. Naturalmente bisognava poi rifornire il tutto con le derrate alimentari necessarie e qui è arrivata la parte economica da risolvere…

Con il costante contributo dell’Associazione Miaraka di Fianarantsoa e di Omeo Bon Bon con le sue schiere di volonterosi donatori, il problema economico è stato velocemente risolto. In più, abbiamo anche ricevuto un’offerta da parte della AIM (Associazione Italiani in Madagascar).

E così l’attività della ”cantine rurale” ha preso il via.

Per tuttto l’anno scolastico 2015/2016 abbiamo garantito un abbondante pasto caldo al giorno (per tanti il più sostanzioso della giornata) a 60 bambini della scuola primaria, strafelici di rifocillarsi dopo una mattina trascorsa a scuola e prima di riprendere il cammino verso le proprie case. Pensate, questo progetto è costato in tutto circa 1000 euro per un anno!!!

Con l’inizio del nuovo anno scolastico, in ottobre, ricominceremo la “cantine rurale” e siamo fiduciosi della presenza concreta dell’Associazione Miaraka e dell’aiuto costante dei sostenitori di Omeo bon bon. Faremo in modo di potere aumentare il numero dei bambini da 60 a 80.

Come sempre la divina Provvidenza non fa mai mancare ciò che serve !